MUTUI: Lazio fanalino di coda del credito?

Scritto il alle 09:39 da [email protected]

 

...Assolutamente NO!

Eppure diversi giorni fa è stata lanciata una stravagante ed eclatante notizia che ha dipinto il lazio come la regione dove  …”si inasprisce l’accesso al credito e calano i mutui ”!!!

Che dire?… Non ce la spieghiamo neanche noi.

La notizia boom, che ha cavalcato un singolare tam tam mediadico e che è stata via via riportata da diversi organi di informazione tra cui diversi blog del web, fa riferimento ad una dettagliatissima pubblicazione di giugno della Banca d’Italia; uno studio accurato e minuzioso che però, com’è ovvio immaginare, non analizza solo l’economia del Lazio ma quella di ogni singola regione italiana

Come si potrebbe facilmente presumere e come abbiamo constatato noi infatti , la fotografia che Banca d’Italia scatta e sviluppa del Lazio non è affatto diversa da altre regioni italiane.  Di fatto, quei sinistri vocaboli “inasprimento del credito” e “calo dei mutui” esibiti per il Lazio, diffusi da quel tragicomico titolo e da quella curiosa comunicazione mediatica, valgono bene o male per tutte le regioni italiane, o per meglio dire, corrispondono ad una situazione di generale e diffusa contrazione del credito che riguarda ed attanaglia da tempo l’intera nazione. Ci limitiamo a definire quindi quella notizia quantomeno superficiale,  incompleta e fuorviante e auguriamo a chi l’ha coniata e a chi l’ha divulgata in quel modo, mille esami di coscienza e ripensamenti.

ma andiamo oltre…

 

Analizzando il testo della pubblicazione “Economie regionali” del giugno 2012 di bankitalia a cui si fa riferimento, noi di questo blog abbiamo comunque avuto modo di riscontrare alcune interessanti differenze tra le varie regioni italiane, certo non sostanziali, ma certamente originali; difformità come anche similitudini che caratterizzano e/o accomunano ogni specifica regione.

Sperando che possa interessare almeno ai più curiosi come noi, abbiamo quindi deciso di inoltrarvi le più interessanti pillole informative estratte dal documento debitamente sintetizzate e sfoltite dei tecnicismi più superflui allo scopo di favorirne una più semplice divulgazione e comprensione. Riporteremo soprattutto alcuni grafici e tabelle accompagnate da stringate descrizioni analitiche che possano contribuire con utilità a dare un’idea di quali “moti” economici muovono o immobilizzano le singole realtà territoriali. Ultimata l’indagine dell’ultima regione in ordine di pubblicazione, proveremo a fare un resoconto e un confronto delle diverse nozioni estrapolate.

Ovviamente ci concentreremo essenzialmente sul tema più è caro a questo blog: mutui e credito alle famiglie. Lasceremo invece l’analisi del credito aziende, mercato del lavoro, finanza ed altri temi economici e sociali più diffusamente affrontati dalla pubblicazione bankitalia,  in cura e gestione ad altri blog più specializzati del nostro.

 

Da domani e per diverse settimane, in questo blog, si svilupperà questo progetto di pubblicazione e diffusione dei dati del documento di bankitalia iniziando dalla regione Lombardia. Posteremo in successione l’analisi del resto delle regioni nell’aspettativa e con l’intento di farvi avere sempre un qualcosa di leggero e interessante in più da farvi scorrere sotto gli occhi all’ombra del vostro agognato ombrellone estivo.. semprechè  godiate di una buona connessione…;) !!!

stay tuned!

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.7/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
MUTUI: Lazio fanalino di coda del credito?, 8.7 out of 10 based on 3 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.