Compravendite immobiliari: un 2012 indietro di 30 anni

Scritto il alle 08:13 da [email protected]

Continua il calo del mercato immobiliare in tutto il territorio nazionale. Secondo i dati pubblicati dall’ultima Nota Trimestrale dell’Agenzia del Territorio, il tasso tendenziale annuo del volume di compravendite nel IV trimestre del 2012 (variazione percentuale del IV trimestre 2012 rispetto al IV trimestre 2011) per l’intero settore immobiliare, risulta pari al circa -29,6%. Si tratta della maggiore contrazione registrata dal 2004.

Il settore residenziale, che rappresenta il 44% circa dell’intero mercato immobiliare, mostra rispetto al IV trimestre del 2011, un calo pari a -30,5%. Come si evince dal grafico, a livello annuale, il numero delle compravendite residenziali è tornato ai livelli di circa 30 anni fa; le 444 mila transazioni registrate nel 2012 non si discostano molto dalle 430 mila del 1985.

NTN: Numero di transazioni di unità immobiliari “normalizzate” – acquisto di abitazioni.

ROMA – Nella capitale, le compravendite sono state 7.015, in calo del 26,9% rispetto all’ultimo trimestre del 2011. Un dato negativo confermato anche dal dato annuale delle transazioni del 2012 (25.693), che perdono, rispetto al 2011 il 23,6%. Ancora più evidenti i cali nel resto della provincia dove si registra un -37,9% rispetto all’ultimo trimestre del 2011 e un -30,2% complessivo, rispetto all’intero 2011.

MILANO – Diminuzioni sostanziose anche nel capoluogo lombardo. Le 3.731 transazioni registrate nel quarto trimestre, infatti, fanno segnare un -28,7% a livello trimestrale che diventa -23,7% su base annua (14.645) rispetto al 2011. Meno accentuato il calo nei comuni della provincia su base annua (-24,2%), pur se il calo nell’ultimo trimestre, rispetto al 2011, è più consistente (-32,4%) rispetto a quello registrato nel capoluogo.

TORINO – Dati sostanzialmente simili tra capoluogo e comuni della provincia a Torino. Nella città, nel IV trimestre sono state registrate 2.406 transazioni con un calo del 31,2% rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre nei comuni della provincia si è arrivati a 3.462 con un calo del 30,9%. Risultati simili anche se si guarda ai dati relativi all’intero anno con una flessione del 22,3% nel capoluogo e del 24,4% nei comuni della provincia.


GENOVA – Flessione sostanziosa nelle compravendite registrate nel genovese. Nel capoluogo, le 1.258 transazioni registrate nell’ultimo trimestre del 2012 rappresentano un dato inferiore a quello del 2011 del 33,4%; meno accentuato il calo, se si guarda all’intero 2011, le 5.176 transazioni, infatti, hanno portato a una diminuzione del 26,1%. Dati analoghi nei comuni della provincia con 653 compravendite nel IV trimestre (-33,3% rispetto allo stesso periodo del 2011) e una riduzione complessiva, rispetto al 2011, del 26,8% con 2.501 contratti registrati.

NAPOLI – In un trimestre in cui si registrano solo cali, fa eccezione Napoli dove si registra un aumento del 19,1% (2.285 transazioni) dopo tre trimestri di cali sostanziosi, un risultato che permette al capoluogo partenopeo di limitare il calo relativo all’intero anno a -0,8% rispetto al 2011, con 6.854 transazioni. Quest’ultimo dato è da porre senz’altro in relazione con la consistente dismissione del patrimonio immobiliare  pubblico del Comune di Napoli avvenuta nel corso del 2012. Diversa la situazione nei comuni della provincia dove si registrano cali, sia nel IV trimestre (2.319 transazioni e -19,9%) che nel confronto tra il 2012 e il 2011 (8.431 e -18%).

PALERMO – Nel capoluogo siciliano c’è il dato peggiore se si confrontano gli interi anni 2011 e 2012. A Palermo, infatti, ci sono stati 4.019 contratti di compravendita con una flessione del 26,4%; di poco inferiore il calo registrato nel IV trimestre (1.112 transazioni e -25,2%). Peggiore il risultato degli altri comuni della provincia palermitana dove, nel IV trimestre, ci sono stati 943 contratti con una diminuzione del 32,7%, superiore a quella registrata confrontando l’intero anno (3.660 transazioni e -25,7%).

BOLOGNA – Calo generale anche nel capoluogo emiliano e negli altri comuni della provincia. A Bologna c’è stata una flessione del 26,8% nel IV trimestre del 2012, mentre ci si è fermati a -25% se si guardano i dati relativi all’intero 2012. Analoghi i risultati riscontrati nei comuni della provincia, dove al -28,8% del IV trimestre, si aggiunge un -24,7% per le compravendite registrate nell’intero 2012 rispetto a quelle fatte nel 2011.

FIRENZE – Nel capoluogo toscano si registra il calo maggiore nel IV trimestre del 2012, con 845 transazioni e una riduzione del 33,5% rispetto al 2011; in linea con le altre città maggiori, invece, il dato relativo all’intero 2012 (-25,8%). Leggermente meno accentuato il calo negli altri comuni fiorentini (-30,1% nel IV trimestre e -23,7% se si guardano ai dati dell’intero anno).

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.8/10 (4 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +2 (from 2 votes)
Compravendite immobiliari: un 2012 indietro di 30 anni, 9.8 out of 10 based on 4 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Probabilmente molti di Voi conoscono il gioco di Machiavelli, una derivazione del più famoso Ra
Quando l'analisi intermarket fornisce dei quadri di mercato chiari e ben correlati (o decorrelat
Pian piano la manovra si avvicina ed il mercato si tranquillizza. Lo si vede da questo grafico. Qu
Avvio simile a quello della seduta precedente per il Ftse Mib che prova, con fatica, a restare aggra
Signori, forse ci siamo. Il tanto discusso reddito di cittadinanza potrebbe diventare realtà.
E’ stato presentato a Roma, nella sontuosa cornice di Palazzo Wedekind, di proprietà dell’I
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )