Cerca nel Blog

Crif: domande mutuo ancora in aumento

Confermata anche in aprile l’aumento delle richieste di mutui

Il mese di aprile appena concluso ha fatto nuovamente registrare un segno positivo nella domanda di mutui da parte delle famiglie italiane, con un +12,6% rispetto allo stesso mese del 2013. Il trend positivo, iniziato con l’inversione di tendenza dello scorso luglio, si è ulteriormente consolidato nei primi quattro mesi del 2014, che hanno fatto registrare complessivamente una variazione del +10,4% rispetto al pari periodo 2013..” è quanto riporta Crif nel suo Barometro Mutui appena pubblicato. Il rimbalzo del numero delle richieste tuttavia non è sufficiente a colmare il pesante ritardo accumulato nel biennio precedente, che aveva portato i volumi a dimezzarsi.

Il grafico sottostante che abbiamo elaborato dove sono riportate le variazioni percentuali trimestrali relative al numero delle domande di mutui (vere e proprie istruttorie formalmente presentate alle Aziende di credito, quindi non semplici richieste di informazioni o preventivi online) rilevate da EURISC, il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi ad oltre 77 milioni di posizioni creditizie. Le variazioni rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente sono indicate in “numero effettivo delle domande” rispetto al trimestre precedente dove il 2007 assume base 100. 

Nonostante quella che sembra essere una buona notizia, siamo ancora molto lontani dal recuperare l’interesse all’indebitamento che le famiglie dimostravano fino al 2010.; la domanda di mutui è via via svanita sotto i colpi di una crisi economica ancora parecchio lontana da una soluzione positiva. Nell’ultimo trimestre analizzato, il primo del 2014, le domande mutuo espresse dalla clientela sono circa la metà di quelle del 2007 (53 su base 100 anno 2007). Bisogna tenere presente che in questi ultimi mesi, a fomentare positivamente le richieste di mutuo , compaiono le domande di mutui surroga, sostituzione e ristrutturazione che, come sappiamo, non alimentano affatto il mercato immobiliare. Dietro una buona percentuale delle domande mutuo di oggi si nasconde la necessità di una rottamazione di un mutuo o quella di “accontentarsi” della propria casa con una ristrutturazione piuttosto che una ripresa delle velleità famigliari per un acquisto.

In concreto, per le ristrutturazioni, l’indagine sulla fiducia dei consumatori del luglio dello scorso anno rilevata dall’Istat evidenziava infatti una crescita dell’8,3% di famiglie che manifestavano l’intenzione nei prossimi 12 mesi (quindi anche per l’anno in corso) di effettuare spese per la manutenzione o miglioramento della propria abitazione. Sulla base di questa ipotesi, con i dati dell’Agenzia delle Entrate si stimava che siano 2 milioni i proprietari di immobili orientati ad effettuare un intervento di manutenzione di cui una parte sta e farà certamente ricorso ad un mutuo alimentando il numero delle domande registrate in quesi ultimi mesi da Crif.

Massimo

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Com’era prevedibile, dopo la pubblicazione del decreto attuativo delle riforme pensionistiche vara
I saldi estivi 2017 stanno per prendere il via. La data ufficiale d'inizio, la stessa in tutte le re
Nei giorno scorsi vi avevo preannunciato alcuni dati positivi in arrivo dal mercato immobiliare,
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
In un Paese di belle addormentate sotto l'ombrellone non poteva mancare la bella addormentata per
Quadro tecnico opaco per il mercato italiano quest'oggi, con l'indice FTSE Mib impegnato in un disim
Anche se mi trovo in una situazione un po’ complicata, non posso esimermi dal lasciare un rapi
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us