Cerca nel Blog

Mutui “Casa Insieme” di Intesa San Paolo.

Da qualche tempo è attiva la nuova offerta “Casa Insieme” del gruppo Intesa San Paolo. Si tratta di un’iniziativa nata grazie a degli accordi siglati tra la banca e numerose imprese costruttrici finanziate dallo stesso istituto; una iniziativa che ha lo scopo di favorire l’accesso al credito ai clienti interessati all’acquisto di immobili di nuova costruzione.

Grazie a questi accordi, i clienti che acquistano la propria casa di abitazione nei cantieri convenzionati possono usufruire di una serie di vantaggi sulla base del principio “maggiore il vantaggio fornito dal Costruttore, maggiore il vantaggio riconosciuto dalla Banca”.

I vantaggi offerti dal costruttore sono:

– l’eliminazione di alcune spese amministrative connesse alla compravendita (es: spese di accatastamento e/o frazionamento);

– un contributo, calcolato in percentuale sul prezzo di vendita dell’immobile, a decurtazione della rata del mutuo (anche a seguito di accollo di quota del mutuo edilizio erogato dalla banca al costruttore).

La misura del contributo offerto dal costruttore viene stabilita dal costruttore stesso in base alle proprie politiche commerciali e può variare conseguentemente da cantiere e cantiere, sono comunque previste tre fasce:

1) Convenzione base che offre un contributo pari al 3% sul prezzo di vendita dell’immobile che va utilizzato come sconto sulle rate per un periodo minimo di 36 mesi.

2) Convenzione medium che offre un contributo pari al 5% sul prezzo di vendita dell’immobile che va utilizzato come sconto sulle rate per un periodo minimo di 48 mesi.

3) Convenzione plus che offre un contributo pari al 7% sul prezzo di vendita dell’immobile che va utilizzato come sconto sulle rate per un periodo minimo di 60 mesi.

L’acquirente può scegliere che il contributo venga spalmato anche su un numero maggiore di rate chiaramente sempre entro il numero massimo della durata contrattuale del mutuo.

I vantaggi offerti dalla banca sono:

– l’esenzione delle spese accessorie legate al finanziamento (es. istruttoria e perizia)

– uno sconto sul tasso/spread standard di catalogo, diversificato in base all’entità del contributo del costruttore e alla fascia di Loan to Value del mutuo.

Fasce di LTV::

1) con LTV da 0 a 50% lo sconto sarà dello 0,20% per la convenzione base, 0,30% per la convenzione medium, 0,40% per la convenzione plus

2) con LTV da 50,01 a 70% lo sconto sarà dello 0,30% per la convenzione base, 0,40% per la convenzione medium, 0,50% per la convenzione plus

3) con LTV da 70,01 a 80% lo sconto sarà dello 0,40% per la convenzione base, 0,50% per la convenzione medium, 0,60% per la convenzione plus

4) con LTV da 80,01 a 95% lo sconto sarà dello 0,50% per la convenzione base, 0,60% per la convenzione medium, 0,70% per la convenzione plus

Da quello che si legge sul sito della banca, ci sarà la possibilità di finanziare fino al 100% del costo dell’immobile, ma sull’effettiva applicazione di questo punto nutro qualche dubbio.

I vantaggi per i clienti sono comunque dati dalla possibilità di accedere ad un mutuo a tasso agevolato e di riuscire a risparmiare su alcuni costi amministrativi legati alla concessione del mutuo stesso.

L’accollo del mutuo del costruttore è possibile per un LTV massimo pari all’80%. Se non fosse possibile fare l’accollo per incapienza del mutuo del costruttore o per LTV superiori all’80%, sarà necessario accedere ad un nuovo mutuo sempre usufruendo dei benefici di cui sopra.

Vediamo quale sarebbe il vantaggio sulla rata per l’acquisto di un’immobile di 200.000€ con un mutuo fisso di 150.000 euro pari ad un ltv 75% con una durata di 20 anni con la convenzione medium: Il tasso standard applicato da Intesa senza convenzioni risulta pari al 5% con una rata di 990€, con la convenzione sarà pari al 4,50% con una rata di 949€. Il contributo del costruttore applicabile sarà pari al 5% di 200.000 euro che corrispondono a 10.000€ che simuliamo di spalmare sulle prime 48 rate otenendo così un’ulteriore sconto di 208 €. Il risultato finale è che le prime 48 rate saranno pari a 741€, dalla 49° a fine mutuo saranno di 949€.

Sicuramente potendo usufruirne sembra un’ottima opportunità per acquistare casa, il problema principale è che le zone coperte da questa iniziativa al momento sono poche ed altrettanto pochi sono gli immobili da poter scegliere, speriamo che con il passare del tempo l’iniziativa prenda piede e si diffonda in tutta Italia.

State all’erta sui prezzi di acquisto delle abitazioni offerte con questa formula, non vorrei che i costruttori cercassero di recuperare i contributi sui mutui aumentando i prezzi di vendita o meglio evitando di scontarli, come invece accade generalmente in questo periodo. Quindi bisogna valutare se conviene acquistare ad un prezzo scontato con un mutuo “normale” o se conviene acquistare con la formula “Casa insieme”.

A mio parere con l’iniziativa “Casa Insieme“, Intesa San Paolo si è dimostrata molto creativa ed aperta a nuove soluzioni; sia ben chiaro che non credo si tratti di pura magnanimità ed avranno fatto bene i loro conti, viste anche le sempre maggiori difficoltà da parte delle imprese di riuscire a pagare i mutui in essere. Dal mio punto di vista la banca con questa iniziativa ottiene comunque diversi vantaggi:

– offrendo la possibilità alle imprese costruttrici finanziate di agevolare la loro clientela sull’erogazione dei mutui e di poter vendere con più facilità gli immobili costruiti, evita di far andare in sofferenza i mutui erogati alle imprese stesse;

– evita di perdere la possibilità di continuare a guadagnare sui mutui erogati offrendo l’accollo o un nuovo mutuo con condizioni vantaggiose rispetto a quelle normalmente offerte sul mercato, facendo pagare una parte di questi vantaggi direttamente alle imprese costruttrici.

Possiamo tranquillamente dire che la banca in questo caso ha preso due piccioni con una fava, questa volta però riuscendo ad accontentare un po’ tutti, complimenti.

Roberto

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Mutui "Casa Insieme" di Intesa San Paolo., 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
PREVISIONE Come abbiamo potuto costatare il triangolo azzurro è stato rotto al ribasso
Analisi Tecnica Il mercato non da' ancora segnali e quindi divertiamoci con le varie ipotesi....
Stoxx Giornaliero Buongiorno, come ci eravamo detti, il focus andava posto sullo sviluppo del
COMMENTI DEGLI STUDENTI SUL PERCORSO SULLA TEORIA DEI CICLI Molti studenti che hanno partec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Articolo in collaborazione con eToro È stato un anno pazzesco per le criptovalute fino ad or
Come spesso accadrà, sarà il week end a decidere tutto. A mercati chiusi, in caldi pomeriggi e
Apertura incerta per l'indice Ftse Mib che dopo aver tentato uno spunto al rialzo ha invertito l