Mercato Immobiliare: aggiornamento indice IPAB

Scritto il alle 18:02 da sylvestro

0Si addolcisce la curva della discesa dei prezzi delle case nel secondo trimestre 2015 secondo i dati pubblicati il 2 Ottobre dall’Istat. Infatti l’indice IPAB ha riscontrato un calo dello 0,1% rispetto al precedente trimestre e del 3% nei confronti dello stesso trimestre del 2014.

Comparando arbitrariamente questi dati con l’andamento delle compravendite pubblicato dall’Agenzie delle Entrate ne possiamo dedurre che grazie ad un calo annuale nei prezzi del 3% le compravendite sono cresciute del 4%. Più in dettaglio nel periodo dal III trimestre 2013 al II trimestre 2014 ci sono state 405.980 NTN mentre dal III trimestre 2014 al II trimestre 2015 ci sono state 423.399 NTN, alias 17.419 NTN di differenza, cioè +4,11%.

 Ovviamente si tratta di calcoli e considerazioni che prese da sole come aggiornamento una tantum non aggiungono un granchè alla più vasta situazione di crisi attraversata dal settore, al massimo e nel loro piccolo, rappresentano una magra buona novella che dà tregua alla lunga sequela di cattive notizie degli ultimi otto anni.

Per arrivare a questo sospirato traguardo della apparente stabilizzazione delle vendite è stato però necessario cumulare un bel corposo calo nei prezzi che, sempre secondo l’ISTAT, per le case usate (da sempre la parte preponderante delle compravendite) ammonta a quasi un 20% a partire dal 2012, da cui non si esclude che complessivamente le quotazioni abbiamo perso almeno un prudenziale 25% se calcolato dal picco delle compravendite negli anni 2006/2007.

0

Del resto questa sorta di correlazione tra andamento prezzi e vendite in fase calante del settore la avevamo già osservata nel consuento grafico pubblicato periodicamente nel Bollettino Economico di Banca d’Italia visibile nell’immagine che segue.

0

L’impressione che se ne ricava è che al perdurare della situazione di crisi e/o fiacchezza economica, quanto prima e più continueranno a scendere i prezzi delle case tanto prima e più si riprenderanno le compravendite per la semplice ragione che andranno sempre più incontro alle nuove disponibilità delle fasce di giovani compratori, il vero pilastro portante di un mercato immobiliare in salute. Prezzi più bassi vuol anche dire meno difficoltà ad erogare e farsi erogare un mutuo e meno difficoltà ad affrontare le spese correlate all’acquisto, alla manutenzione ed al resto.

Il progressivo appiattimento delle curve calanti di vendite e prezzi lascia presagire che si stia raggiungendo un nuovo punto di equilibrio attorno ad un minimo relativo di medio periodo. Non escludo che questa nuova situazione possa restare a farci compagnia ancora per qualche anno tenuto conto che da un lato i prezzi hanno avuto ed hanno una fortissima resistenza all’adeguamento verso il basso (altrove i cali post-bolla immobiliare sono stati più consistenti ed il recupero più veloce)  dall’altro trovo alquanto improbabile che sul lato della domanda ci potranno essere significativi incrementi del potere d’acquisto, anzi …

Sylvestro

aiutomutuo.finanza@gmail.com

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Mercato Immobiliare: aggiornamento indice IPAB, 9.3 out of 10 based on 3 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ancora laterale Piazza Affari, un movimento che ha interessato l'indice italiano fin da inizio mese.
Come di consueto aggiorniamo la previsione dell’indice Cinese, che sembra essere sempre più vicin
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Lo SP500 torna in area di forte ipercomprato ma non si vedono gradi correzioni all'orizzonte. Quin
Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all'inizio del 2016 con il ba
Indici europei orientati al rialzo in questa prima seduta della nuova settimana. Dal punto di vista
Mamma mia. A volte sono veramente sorpreso dalle illuminanti conclusioni dei report redatti dall