Mutui: La ripresa della concorrenza bancaria

Scritto il alle 09:20 da [email protected]

jk

E’ ormai evidente come negli ultimi mesi si siano riscontrati alcuni segnali positivi sul mercato dei mutui: la domanda come anche l’erogazione alle famiglie riprende a crescere. Il livello di riapertura dei rubinetti è ancora lontano da quello che si registrava nel periodo pre-crisi ma senza dubbio il processo di ridimensionamento dei costi dei prodotti mutuo è stato avviato. L’enorme flusso di erogazioni che si sta avendo in questo ultimo periodo è frutto di una minima ripresa delle compravendite ma soprattutto fortemente sponsorizzato da una elevata percentuale di clientela che sta procedendo alla surroga del proprio mutuo contratto in passato a condizioni meno vantaggiose di quelle attuali che permettono di racimolare sul mercato mutuo a tassi fissi straordinari e variabili con spread di nuovo concorrenziali come un tempo. La riapertura di un credito di maggior qualità che stiamo registrando nell’arco di quest’anno è frutto di una ripresa della concorrenza bancaria che stimola la riduzione del pricing dei nuovi prodotti mutuo sul mercato e che riduce ulteriormente l’inasprimento dei criteri di concessione adottati finora dalle banche.

Nell’enfasi di accaparrarsi la clientela “migliore”, le banche hanno avviato una politica di riduzione dei margini di guadagno sui nuovi mutui offrendo prodotti più vantaggiosi dando luogo ad un rinnovato mercato dei mutui all’insegna di una maggior concorrenza bancaria. Le migliori offerte di mutui a tasso variabile oggi segnano spread che vanno da un 1,5 ad un 1,8% e tassi fissi al di sotto del 3,5%.

Tutto questo è documentato nell’ultimo Sondaggio sul Credito Bancario – BLS di Bankitalia che evidenzia un certo allentamento dei criteri di concessione collegato ad un miglioramento della qualità del credito stimolato da un aumento del livello di concorrenza bancaria che si è venuto a creare negli ultimi trimestri.

concorrenza BLS

Il grafico sopra è l’elaborazione riguardo ai livelli di concorrenza dichiarato dalle banche dal 2008 ad oggi e ci da l’ordine di grandezza dell’intensità della concorrenza in atto. La barra verde, quando è maggiore di zero, indica che nel trimestre rappresentato, le banche intervistate nel questionario bankitalia, hanno risposto di aver rilevato un aumento concorrenza rispetto al trimestre precedente. Nell’ultimo trimestre analizzato, il 12% delle banche rileva un maggior grado di concorrenza nel mercato dei mutui mentre al contrario, ad esempio, nel 4° trimestre del 2011, più dell’80% delle banche dichiarava irrigidimento. Il grafico evidenzia quindi come, a partire dal 3° trimestre del 2013, sia in atto un allentamento dei criteri di concessione dei mutui grazie ad una ripresa della concorrenza tra le banche.

Staremo a vedere se questo flebile accenno di concorrenza bancaria registrata in questi ultimi mesi si consoliderà nel prossimo futuro apportando auspicabili, eventuali ed ulteriori riduzioni degli spread di mercato.

Massimo

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 6.0/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Mutui: La ripresa della concorrenza bancaria, 6.0 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Come di consueto aggiorniamo la previsione dell’indice Cinese, che sembra essere sempre più vicin
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Lo SP500 torna in area di forte ipercomprato ma non si vedono gradi correzioni all'orizzonte. Quin
Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all'inizio del 2016 con il ba
Indici europei orientati al rialzo in questa prima seduta della nuova settimana. Dal punto di vista
Mamma mia. A volte sono veramente sorpreso dalle illuminanti conclusioni dei report redatti dall
Ieri in Austria. il risultato è stato uno solo, inequivocabile. Il partito di Kurz ha do
Guest post: Trading Room #260. Il candlestick settimanale non ci regala grandi segnali operativi.