Mutui: la ripresa che non c’è

dbNel 2015 l’importo medio dei mutui ipotecari è stato pari a 122.942 euro, inferiore del -3,3% rispetto al 2014, che a sua volta aveva già fatto registrare una contrazione rispetto all’anno precedente. Lo ha reso noto l’analisi condotta da Crif Credit Solutions. In particolare, per i mutui si è assistito a una grande vivacità delle surroghe e sostituzioni, grazie a condizioni migliorative dell’offerta di prodotti a basso tasso di interesse reperibili sul mercato bancario. Quello delle surroghe è l’unico elemento positivo che ha caratterizzato il mercato dei mutui nel 2015; un elemento, come abbiamo detto più volte, utilizzato spesso dalla propaganda bancaria, per gonfiare i dati dell’erogato dei mutui. Un vile utilizzo che porgerà i suoi conti a chi ne ha abusato.

Siamo lontani dal poter confrontare i dati attuali con quelli pre-crisi. Nel raffronto con il 2007, ultimo anno prima della crisi finanziaria ed economica, l’importo medio erogato per i mutui ipotecari era di 148.200 euro.

fsIl rapporto Crif appare come una conferma che la ripresa del mercato del credito non c’è ancora stata; inutile nasconderci. L’indagine ha sottolineato infatti che l’ulteriore diminuzione dell’importo medio erogato relativamente ai mutui nel corso del 2015 è dovuto alla volontà degli operatori del credito di ridurre le esposizioni a rischio, tema dominante in questa fase di mancata ripresa economica, anche se il grado di rischiosità è diminuito nel corso del 2015.

Eppure, proprio nel 2015 si sarebbero intravisti alcuni segnali di miglioramento, considerando che i bassi prezzi delle abitazioni avrebbero stimolato gli acquisti nel settore, con il numero delle compravendite in crescita del 3,6%, anche se i prezzi delle case hanno continuato a scendere (-2,3%), seppur meno dell’anno precedente.

E’ evidente che qualcosa non torna. Nonostante le diverse condizioni favorevoli del mercato, sia dal punto di vista creditizio che dal punto di vista della continua diminuzione dei prezzi, le famiglie evitano l’acquisto e quando si indebitano è per una sostenibilità economica familiare che ancora si stenta definitivamente a recuperare.

MassimoDP

[email protected]

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Mutui: la ripresa che non c'è, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Cari lettori, devo darvi una triste notizia. Dio è morto. Prima che mi mandate a quel paese
Torniamo anche solo per un istante a mettere una pietra tombale sulle recenti fesserie esternate
Piazza Affari si mantiene sul filo dei 22mila punti dopo i segnali rialzisti disegnati nel mese di l
Tesla è diventato un fenomeno mediatico ed un modello di business industriale conosciuto in tut
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Agosto, mese tipicamente estivo con poche transazioni, si rivela un mese che potrebbe avere un and
PREVISIONE Come scritto nello scorso articolo, il massimo a 1,19106 sarebbe stato il massim
Settimana cruciale per gli indici europei. La partenza brillante delle piazze azionarie dell Vecchio