Istat: un 2015 di mutui

Scritto il alle 10:41 da [email protected]

 

vfw

Il 2015 si chiude come un anno positivo anche per mutui, finanziamenti ed altre obbligazioni. Gli atti notarili con costituzione di ipoteca immobiliare stipulati con banche o soggetti diversi dalle banche sono cresciuti sul 2014 è del 23%, con un numero complessivo di convenzioni pari a 342.467 a livello nazionale. Gli aumenti più rilevanti, sopra la media nazionale, si osservano al Sud (+30%) e nelle Isole (+26%). E’ quanto afferma l’ultimo rapporto “flash” dell’ISTAT pubblicato ieri.

Come spesso accade nel mondo dell’informazione, anche questo comunicato nasconde una verità che deve essere opportunamente rivelata: Il report di Istat tratta il “numero” dei finanziamenti e non il montante degli importi erogati. Il dato inoltre tiene conto come sempre le surroghe di mutui già stipulati che prevedono anch’esse costituzione di ipoteca. Per avere un’idea dell’enorme apporto delle surroghe nel campo dell’erogazione dei mutui e quindi negli atti notarili con costituzione di ipoteca basta considerare il non altrettanto vigoroso aumento delle compravendite, che a confronto, sono ferme al +5% circa.

Sempre Istat infatti afferma che, nel corso del 2015, il mercato immobiliare è risultato “in crescita per il secondo anno consecutivo, dopo una serie negativa iniziata nel 2006: i trasferimenti a titolo oneroso di unità immobiliari (625.305 in tutto) segnano un +5,2% sul 2014″.

Inoltre, la ripresa del mercato immobiliare nell’ultimo trimestre del 2015 riguarda però solo il comprato dell’abitativo in crescita del 10% sull’ultimo trimestre del 2014. I trasferimenti di unità immobiliari ad uso economico, pari a 11.121, registrano invece un calo del 2,5%.

efe

MassimoD

[email protected]

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Un semplice ma efficace confronto tra Italia e USA su base decennale (10 anni), confrontando cresc
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: il listino italiano apre debole senza dare segnali particolari. I livelli da monitorare ri
E’ ormai chiaro che le tensioni, malgrado tutto, sono presenti un po’ in ogni dove a livello
Forse ai più è sfuggito ma ad inizio mese in Sudafrica è successo che... il presidente Cyril
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Più volte nei mezzi di informazione abbiamo sentito parlare del Petro, una criptovaluta emessa