Mutui: ultimi bollettini positivi

Scritto il alle 20:30 da tanduri@finanzaonline

efww

Secondo l’Outlook di ABI appena pubblicato, ad agosto 2016 è su valori prossimi allo zero lo stock dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese, con una variazione annua pari a -0,3% nei confronti di agosto 2015.

Sulla base degli ultimi dati ufficiali disponibili, relativi a luglio 2016, l’ammontare complessivo dei mutui erogati alle famiglie ha registrato un variazione positiva di +1,8% nei confronti di fine luglio 2015. Il dato racchiude in se l’enorme flusso di nuovi mutui registrato fino ad adesso e che si sta già velocemente ridimensionando.

Il tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l’acquisto di abitazioni – che sintetizza l’andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo – è risultato pari al 2,20% (2,09% il mese precedente, minimo storico). Sul totale delle nuove erogazioni di mutui quasi i due terzi sono mutui a tasso fisso: nell’ultimo mese la quota del flusso di finanziamenti a tasso fisso è risultata pari al 66,1% (63,3% il mese precedente; era 62,7% a giugno 2016).

aiutomutuo.finanza@gmail.com

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
Nessun commento Commenta

Articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ancora laterale Piazza Affari, un movimento che ha interessato l'indice italiano fin da inizio mese.
Come di consueto aggiorniamo la previsione dell’indice Cinese, che sembra essere sempre più vicin
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Lo SP500 torna in area di forte ipercomprato ma non si vedono gradi correzioni all'orizzonte. Quin
Nulla di particolare, nessuna novità era già successo nel 2011 e all'inizio del 2016 con il ba
Indici europei orientati al rialzo in questa prima seduta della nuova settimana. Dal punto di vista
Mamma mia. A volte sono veramente sorpreso dalle illuminanti conclusioni dei report redatti dall